Il sito web del Liceo "Battaglini" utilizza i cookie. Visitando il sito si autorizza l'impiego di cookie.

Liceo Scientifico di Stato 'Giuseppe Battaglini' - Taranto

“Apipelago”: architetti del futuro al Battaglini

Apipelago-FOTO-0.jpgApipelago”: architetti del futuro al Battaglini
Una nostra allieva al WISE 2019 - Winter school Pistoia-Bologna

Dopo un’attenta selezione tecnico-scientifica, il Liceo Battaglini è stato ammesso, nel luglio 2018, all’hackathon della Biennale di Architettura di Venezia insieme a 25 scuole superiori italiane. In quella eccezionale esperienza si è distinta l’alunna Alessia Pia Cotogni, della 4^ A, che è stata invitata a prender parte ad uno stage presso la Winter school che si è svolta dal 14 al 18 gennaio 2019 nello studio dell’Architetto Mario Cucinella, curatore delle Biennale di Architettura di Venezia (www.mcarchitects.it), tra i più illustri architetti all’avanguardia nella ricerca di una pianificazione urbana ecosostenibile.

Il suo gruppo ha formato una equipe impegnandosi a elaborare un progetto e, lavorando intensamente, ha creato un edificio denominato “Apipelago”.
L’Apipelago è un edificio ibrido, ecosostenibile e in perfetta armonia con la natura, formato da unità mobili e rivestito in vetro polarizzato. La denominazione del progetto “Apipelago” nasce da “Arcipelago Italia”, l'associazione che ha permesso ai componenti del team di incontrarsi per la prima volta, e da “api”, quegli insetti che richiamano perfettamente il lavoro di squadra e il modulo esagonale della struttura progettata.
Il gruppo di alunni partecipanti a questa significativa esperienza ha dato vita al “WISE 2019 - Gli architetti del futuro”, Il primo studio di architettura della scuola italiana.
Alla nostra alunna, nel gruppo, è stata assegnata la funzione di “interior designer”. L’attività di gruppo, sotto la guida dei tutor, ha dato la possibilità a tutti di formare un vero e proprio team di progettisti, anche se non tutti i componenti erano in possesso di avanzate conoscenze di progettazione.
A giudizio degli studenti, e dello stesso tutor, l’esperienza è stata affascinante, innovativa e di grande creatività: ha reso protagonisti i giovani partecipanti che, seguendo le proposte formative degli architetti, hanno liberato la fantasia sviluppando la loro più segreta vena creativa nel campo artistico/architettonico. Queste esperienze fanno sì che la scuola non si limiti ad un apprendimento teorico e astratto tra aule e banchi, ma favorisca la conoscenza di realtà inedite e impreviste, l’incontro con esperienze e visioni diverse da quelle prevalenti nel proprio ambiente, la immersione in città e luoghi ricchi di arte, di bellezza e di nuove percezioni estetiche. Questa straordinaria esperienza si è conclusa solo provvisoriamente. Resta un proposito importante: “Noi, WISE 2019, vorremmo realizzare hackathon, simili a quelli che abbiamo vissuto, anche nelle nostre scuole”, dichiara Alessia Pia. E aggiunge: “Lo scopo è quello di far capire ai giovani che il futuro siamo noi: le innovazioni, le nuove idee per il nostro territorio devono essere nostre. E gli hackathon sono eventi perfetti per l'occasione: maratone di 24, 32 o 48 ore in cui i ragazzi hanno il compito di portare a termine dei progetti con l'aiuto di tutor, e che si concludono con la premiazione finale di quello migliore”. Una esperienza che la nostra allieva è riuscita a cogliere al volo, per accorgersi di crescere.