Il sito web del Liceo "Battaglini" utilizza i cookie. Visitando il sito si autorizza l'impiego di cookie.

Liceo Scientifico di Stato 'Giuseppe Battaglini' - Taranto

Workshop - “Liceo scientifico con Curvatura Biomedica: un passaporto per il prosieguo degli studi in ambito medico-sanitario. Scuola, Università e Ricerca insieme per la prevenzione ed il benessere dell’uomo"

Invito-Battaglini-Evento-3-Giugno.jpgScuola, Università e Ricerca insieme per la prevenzione ed il benessere dell’uomo”. 

Il  3 giugno 2019, dalle ore 10.00 alle ore 12.30, presso la sala Congressi della Camera di Commercio di Taranto – Cittadella delle Imprese, si svolgerà, in collaborazione con l’Ordine dei medici della Provincia di Taranto, un importante Workshop di informazione sul Liceo Scientifico con curvatura Biomedica e sui temi della ricerca e della prevenzione dal titolo “Liceo scientifico con  Curvatura Biomedica: un passaporto per il prosieguo degli studi in ambito medico-sanitario”.

Saranno presenti la dott.ssa Anna Cammalleri, Direttore generale USR Puglia, il dott. Antonio d’Itollo Dirigente Tecnico USR Puglia, il dott. Cosimo Nume, Presidente dell’Ordine dei Medici di Taranto, il prof. Antonio Mazzocca medico ricercatore del Dipartimento Interdisciplinare di Medicina Università degli Studi Aldo Moro di Bari, la dott.ssa Silvia Marchesan, prof. Associato dipartimento Scienze chimiche e farmaceutiche Università di Trieste. Modererà la dott.ssa Monica Golino, Giornalista.

Si rilieva che la dott.ssa Silvia Marchesan e il prof. Antonio Mazzocca, sono due  eccellenze della Ricerca Italiana.

La dott.ssa Marchesan , Professoressa di Chimica organica al dipartimento di Chimica farmaceutica dell'Università di Trieste,è una dei due italiani selezionati da Nature tra gli 11 migliori scienziati emergenti al mondo che «stanno lasciando il segno nella scienza»

Nel 2017 ha vinto la medaglia Vittorio Erspamer.  Le sue attività di ricerca si concentrano sulle superstrutture ottenute da piccoli componenti molecolari molto semplici in acqua per applicazioni che vanno dalla terapia per malattie neurodegenerative, a nuovi composti antimicrobici, a materiali intelligenti. La ricerca è multidisciplinare. Tra le altre cose ha ideato un idrogel per assemblare piccoli frammenti di proteine in modo efficace e poco costoso per aiutare la riparazione dei tessuti del corpo umano ma anche per rilasciare farmaci in modo più prolungato.

Il prof. Antonio Mazzocca  svolge la sua attività di ricerca presso il Dipartimento Interdisciplinare di Medicina dell’Università degli Studi di Bari. E’ membro dell’Associazione Americana per l’Avanzamento delle Scienze (AAAS), dell’Associazione Americana per la Ricerca sul Cancro (AACR) e della Società Italiana di Cancerologia (SIC). Le sue ricerche sono incentrate sulla comprensione dei meccanismi molecolari e cellulari che sostengono la crescita e la progressione neoplastica dell’epatocarcinoma. A tal proposito ha chiarito alcuni meccanismi patogenetici di malattia tra cui quello che vede coinvolto l’acido lisofosfatidico (LPA) nel promuovere la crescita tumorale e, in particolare, ha di recente identificato il recettore 6 dell’acido lisofosfatidico che supporta il processo tumorigenico nell’epatocarcinoma.

 L’incontro coinvolgerà circa centottanta alunni delle classi terze e quarte del nostro Liceo frequentanti rispettivamente la 1^ e la 2^ annualità della  sperimentazione autorizzata dal MIUR alla nostra Istituzione scolastica di “Liceo scientifico biologico con curvatura biomedica” .

Poster-Battaglini-Evento-3-Giugno---Fina