Il sito web del Liceo "Battaglini" utilizza i cookie. Visitando il sito si autorizza l'impiego di cookie.

Liceo Scientifico di Stato 'Giuseppe Battaglini' - Taranto

Il Battaglini nella Giornata della Memoria: rammentare il passato è via per i “giusti” del futuro

Memoria2020.png“L’indifferenza è più colpevole della violenza stessa”: è con questa affermazione della senatrice Liliana Segre che prende avvio il video curato da una rappresentanza degli studenti del Liceo Scientifico Battaglini di Taranto in apertura della cerimonia cittadina per la “Giornata della Memoria 2020” svoltasi il 27 gennaio scorso.

Con viva commozione gli alunni del nostro Liceo hanno offerto il loro contributo all’iniziodella commemorazione delle vittime dell’Olocausto, alla presenza di un folto pubblico radunatosi nel Salone di Rappresentanza della Prefettura di Taranto. Il prefetto, dott. Demetrio Martino, ha inaugurato l’incontro soffermandosi sul significato della ricorrenza fissata da una legge del Parlamento, tesa a riaffermare nella coscienza degli italiani, la intangibile dignità dell’essere umano e a promuovere il suo riscatto dalla brutalità di ogni barbarie,rimarcandone il sacro valore alle generazioni future.

Il video - realizzato dagli studentiMarta Giliberto (classe 5^F), Paolo Bottalico, Lara Lioce, Claudia Nitti (classe 5^G), Carlo Grassi e Luca Paradiso (classe 5^H), Simone La Gioia e Francesca Ungaro (classe 5^I) e Cesar Gentile (classe 4^B), con il supporto delle docenti Maria Ciliberti, Giulia Cannalire edEleonora Baratto - descrive un lungo e sofferto viaggioche ripercorre le atrocità commesse nei luoghi della memoria ebraica della Shoah per giungereinfine sul “sentiero dei giusti”: una metafora della duplicità dell’animo umano, per un verso crudele e brutale, rappresentato dai fili spinati, dalle schiere dei detenuti con la divisa a righe, dai cumuli di corpi raccolti dalle ruspe, dai volti dei bambini denutriti e agonizzanti, dalla storia dello sterminio della città Lidice rasa al suolo e cancellata dalle mappe geografiche; per altro eroico ed altruista, che ha ispirato le condotte di quei “giusti” che hanno difeso e salvato - spesso a prezzo del loro sacrificio personale - le vittime designate dell’Olocausto. Non solo una testimonianza del passato, ma un monito per il presente,che invita lo spettatorea farsi custode della memoria e cooperatore di un futuro migliore. Un percorso che cambia le coscienze e le proietta nella direzione del mondo dei “giusti”, un viaggio che tocca l’anima e rinsalda, nella esperienza di chi lo vive, il valore di “ciò che non deve essere dimenticato”: prezioso bagaglio per cittadini resilienti e proattivi ben consapevoli che “tutti coloro che dimenticano il passato sono condannati a riviverlo” (Primo Levi).

 LICEO SCIENTIFICO BATTAGLINI TARANTO - GIORNATA DELLA MEMORIA 2020