Il sito web del Liceo "Battaglini" utilizza i cookie. Visitando il sito si autorizza l'impiego di cookie.

Liceo Scientifico di Stato 'Giuseppe Battaglini' - Taranto

GARE A SQUADRE INTERPROVINCIALI DELLE OLIMPIADI DI MATEMATICA

LOGO-MATE.jpgLunedì 8 giugno, finalmente è arrivato il momento atteso da tanti ragazzi appassionati di matematica e di gioco a squadre in Italia.

Infatti le finali interprovinciali delle Olimpiadi di Matematica a squadre, fissate per l'8 marzo u.s. e e che erano state annullate per i lock down dovuto alla pandemia di Covid, si sono svolte con modalità a distanza. Tutti i ragazzi sono rimasti a casa loro, ma ogni squadra si è collegata per mezzo della piattaforma che ha preferito ( Skype, Whatsapp, Zoom, Cisco..) e rimanendo poi in collegamento con il sito del Progetto Phi Quadro, che da anni gestisce gare di allenamento, e gare interprovinciali online, hanno disputato la partita. Le Scuole di Taranto e provincia hanno giocato in un'unica gara con quelle di Rovigo e  di Massa Carrara. La classifica finale ha visto il Battaglini al primo posto,  il liceo Paleocapa di Rovigo al secondo posto, il Volta di Foggia al terzo posto, e infine il Marconi di Massa Carrara al quarto.    

    

Come ha detto anche il prof. Rosolini docente dell'Università di Genova , membro della Commissione Olimpiadi e creatore del format delle gare a squadre, quest'anno la gara ha assunto un significato particolare a causa della situazione di emergenza e del distanziamento sociale che ci hanno tenuto separati in questi mesi, al punto da acquisire una valenza molto superiore alle solite gare. Svolgere una gara dove i canali di discussione sono imposti dalla modalita' online è potuto apparire a prima vista riduttivo, ma la grande occasione che si  è presenta ai giocatori è stata' quella di apprezzare fino in fondo lo sforzo necessario per comunicare, per affrontare insieme i problemi e cercare di risolverli e magari riuscirci anche.

In realtà il Liceo Battaglini ha partecipato alla gara con tre squadre, aggregate a tre finali interprovinciali diverse,  oltre a quella della provincia di Taranto, una con la provincia di Lecce e l’ultima quella di Brindisi. Anche la squadra di Lecce si è classificata al primo posto, stravincendo  e quella di Brindisi, pur non essendo entrata in zona medaglie ha comunque ben figurato. Il motivo di questa suddivisione delle squadre è che, per il regolamento del Progetto, una scuola può partecipare con una sola squadra per gara.

I Professori Giuseppina Serafica, Maria Teresa Abbamonte e Vincenzo Valentini che hanno preparato i ragazzi del Battaglini alla¬† gare delle Olimpiadi, e la Dirigente della Scuola, che da sempre ha fato del Progetto Olimpiadi uno dei progetti di punta della Scuola, si sono dichiarati pi√Ļ che soddisfatti.

La gara ha messo di fronte squadre formate da sette alunni che si sono cimentati in compiti di 24 problemi. Tali problemi, sono stati, come sempre, molto vari ed hanno richiesto, per la loro risoluzione,grandi capacit√† logiche e anche un pizzico d‚Äôinventiva o per dirla con Blaise Pascal un po‚Äôd‚Äô ‚Äúesprit de geometrie‚ÄĚ.

Gli alunni del Battaglini che fanno parte della squadra che ha giocato con le scuole di Taranto e provincia sono: Accoto Davide, Cervellera Vincenzo, D'antona Antonio Giulio, Fortunato Giacomo,   Maggi Andrea, Quaranta Gabriele e Vantaggio Luca. Quelli, anzi quelle ( perché si tratta di una squadra interamente femminile) della squadra di Lecce sono: Buzzerio Cristina, Castelli Carlotta, Elia Federica, Leone Nicoletta, Novellino Claudia,Vitulli Margherita e Vitti Giordana. Queste due squadre rappresenteranno la Provincia di Taranto nelle due finali nazionali, quella mista e quella femminile. Inoltre gli alunni Quaranta Gabriele e Vantaggio Luca saranno anche i rappresentanti della provincia di Taranto alle finali nazionali dei singolaristi.

Tutta la comunità del Liceo Battaglini ( Il nostro Giornale) rivolge le sue congratulazioni ai ragazzi ed ai loro coach e dà loro un in bocca al lupo per il prossimo difficile passo che si apprestano ad affrontare.