Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca 

Alle Olimpiadi Internazionali della Matematica partecipano ogni anno studenti delle scuole secondarie di tutto il mondo. Le prime Olimpiadi Internazionali si svolsero nel 1959 in Romania. Nelle prime 8 edizioni vi parteciparono solamente i paesi dei Patto di Varsavia. Nel 1967, per la prima volta, vennero invitate altre nazioni tra cui l’Italia la quale, dopo un periodo di tentennamenti, ha partecipato in modo stabile a quest’iniziativa dalla metà degli anni Ottanta. Dal 1987‑88, l’organizzazione delle gare di selezione è stata affidata dal Ministero della Pubblica Istruzione alla Scuola Normale Superiore di Pisa.

L'Unione Matematica Italiana ha nominato ufficialmente una commissione per le gare matematiche, assumendone così la responsabilità nell’ambito scientifico e didattico nazionale. Il numero dei partecipanti alla gara di primo livello, nel corso degli anni è aumentato, in misura significativa passando da meno di 15.000 nel 1988 a circa 75.000 nel 1993. Negli ultimi anni si sono iscritti alle gare di primo livello, i "Giochi di Archimede", oltre 300.000 studenti, provenienti da circa 1500 istituti superiori. La fase finale si tiene generalmente a Cesenatico nel mese di maggio.

Tra i vincitori delle Olimpiadi della Matematica vengono selezionati 6 studenti che partecipano alla competizione di livello superiore definita International Mathematical Olympiade . Dato il gran numero di partecipanti alle gare di selezione, è stata posta in atto una forma di decentramento nell'organizzazione della gara di primo livello. In particolare, è stata istituita una rete di responsabili provinciali (insegnanti di scuola secondaria) che curano gli aspetti organizzativi locali.

Oltre alla gara individuale, a Cesenatico si svolge dal 2005 anche la gara a squadre, che vede impegnate squadre composte da sette studenti con un capitano e un consegnatore. La gara a squadre si svolge su 24 problemi. Nella gara a squadre c'è la possibilità di scegliere un problema jolly dal punteggio doppio. Le Olimpiadi della Matematica gara individuale e gara a squadre fanno parte delle competizioni valide per la valorizzazione delle eccellenze e i nominativi dei vincitori sono pubblicati annualmente nell'Albo Nazionale per le Eccellenze tenuto dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.

L'obiettivo primario delle Olimpiadi della Matematica è di coinvolgere una gran quantità di studenti e docenti in un’attività nuova e stimolante al di fuori dell’insegnamento tradizionale della matematica che spesso appare come una materia scolastica noiosa e ripetitiva. Molto del successo di questa manifestazione, al di là dello spirito competitivo e dell’occasione d’incontro e di scambio tra studenti e docenti risiede inoltre nella qualità dei problemi che vengono proposti. In essi la matematica è campo di sfida e, soprattutto, è fonte di divertimento intellettuale, alla ricerca di verità e di dimostrazioni difficili da conquistare. Il tipo di problemi proposti riguarda essenzialmente la geometria euclidea, l’aritmetica, la combinatoria, e la manipolazione analitica algebrica, ma non mancano problemi riguardanti le applicazioni della matematica al mondo reale

Il Liceo Scientifico "Battaglini" partecipa da una decina d’anni alle Olimpiadi di Matematica, riuscendo a ottenere risultati sempre positivi. Da quella data ha sempre avuto almeno un alunno e una squadra selezionati per la finale nazionale. Inoltre molti sono stati i risultati positivi anche a livello nazionale, soprattutto per i singolaristi.

 

 

Anno Alunno Medaglia
2005 Siciliano Roberto Bronzo
2008 Leggieri Roberto Bronzo
2010 Frascella Carmine Menzione d'onore
2012 Frascella Carmine Bronzo
2013 Frascella Carmine Bronzo
Finelli Francesco Bronzo
2015 Lamonaca Edoardo Bronzo
Manzo Margiotta Marco Bronzo
2016 Manzo Margiotta Marco Argento
2017 Spagnoletti Alessio Argento
Pignatelli Luca Menzione d'onore
2018 Spagnoletti Alessio Argento
Pignatelli Luca Bronzo
2019 Spagnoletti Alessio Argento
2020 Vantaggio Luca Argento
2021 D'Antona Giulio Bronzo
Quaranta Gabriele Menzione d'onore

Il coordinatore distrettuale del distretto Brindisi-Taranto è un’insegnate del nostro Liceo, la prof.ssa Serafica Giuseppina che si è molto spesa per migliorare i risultati di tuta la nostra provincia. 

Infatti oltre ad organizzare la gara dei singolaristi e quella a squadre, organizza due stage, per i migliori alunni delle province di Taranto e Brindisi. Il primo si svolge in inverno, e in esso l’organizzazione centrale invia due ragazzi normalisti o appena usciti dalla Scuola normale superiore di Pisa a fare lezione. Il secondo, si svolge in estate, ed è sorto, grazie alla tenacia e all’impegno della prof.ssa Serafica, che è riuscita, anche con l’aiuto di sovvenzioni da sponsor tarantini a far venire il Prof. Emanuele Callegari (ex normalista, vincitore egli stesso di medaglia d’oro alle Olimpiadi nazionali, membro della Commissione Olimpiadi e docente di analisi all’università Tor Vergata) a fare lezione già da 4 anni ai nostri ragazzi. In più quest’anno nello stage estivo è stato fatto un gemellaggio con il Liceo Moro di Reggio Emilia, scuola pluripremiata a livello nazionale, i cui alunni migliori sono stati ospitati da ragazzi del nostro Liceo, mentre la loro insegnante, insieme con il Prof. Callegari erano ospiti della prof.ssa Serafica. L’esperienza è stata molto gratificante e si spera di poterla ripetere anche negli anni successivi. Nell’ultimo anno la Prof.ssa Serafica è stata validamente appoggiata dalla Dirigente Prof.ssa Patrizia Arzeni, che più di tutti gli altri Dirigenti ha compreso l’importanza che il progetto Olimpiadi ha, dando una formazione spendibile in molti campi e offrendo un arricchimento del curriculum che può offrire la possibilità ai nostri ragazzi di intraprendere carriere universitarie altamente qualificanti.

 

  

Torna all'inizio del contenuto