La ripartenza del liceo “Battaglini” si è contraddistinta dal connubio dell’insegnamento dell’Educazione Civica e dei Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento nell’ambito delle iniziative di promozione della cultura della legalità, previste dal PTOF, relative alle tematiche afferenti all’educazione alla legalità.
La prospettiva trasversale e l’interconnessione tra saperi disciplinari ed extradisciplinari si è coniugata negli eventi di sensibilizzazione che sono stati organizzati in collaborazione con la Questura di Taranto, l’Ufficio Scolastico Provinciale e la Polizia Postale di Taranto.

Nella Sala Riunioni della sede di Corso Umberto I, 106 alla presenza del Questore di Taranto, dott. Giuseppe Bellassai, del Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Taranto, prof. Vito Alfonso, nella mattina del 20 ottobre 2021, e degli ispettori della Polizia Postale, il 18 novembre 2021, gli alunni in presenza, insieme ai compagni collegati in streaming dalle postazioni digitali delle proprie classi, hanno animato, con spirito critico e dialettico, un dibattito di formazione civica e sociale.
Domande, interventi e contributi personali hanno vivacizzato gli incontri realizzati in modalità blended che hanno valorizzato i percorsi pedagogici che la nostra Istituzione scolastica, in sinergia di intenti con le Istituzioni territoriali preposte, mette costantemente in atto, perché promuovere la cultura della legalità nella scuola significa educare gli alunni al rispetto della dignità della persona umana, attraverso la consapevolezza dei diritti e dei doveri, con l’acquisizione delle conoscenze e l’interiorizzazione dei valori che stanno alla base della convivenza civile, e perché la legalità si deve praticare a tutti i livelli.
Le regole sono parte integrante del vivere quotidiano: ci accompagnano a casa, a scuola, in ufficio, in strada, nei giochi e consentono a tutti di vivere meglio, e devono essere intese non come mezzo frustrante e punitivo o di affermazione di autorità, bensì, in primo luogo, come strumento di aiuto delle potenzialità di ciascuna persona, chiamata alla libertà e alla propria realizzazione.
Il tema della legalità è assolutamente centrale per le sfide che siamo chiamati a fronteggiare come Comunità educante ed è opportuno ricordare che la convivenza civile è frutto di una riflessione culturale, faticosa e affascinante, che si può realizzare instaurando un rapporto interattivo con enti, istituzioni, associazioni, passando da una logica di sistemi chiusi, isolati, statici ad una di sistemi aperti, in equilibrio dinamico, suscettibili di mutamento e sviluppo.