Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca 

Antonio Giulio D'Antona, frequentante la classe 4^B del Liceo scientifico opzione Scienze Applicate, ha raggiunto l’encomiabile piazzamento in una durissima gara online che ha coinvolto più di 10.000 studenti delle 504 scuole di tutta Italia, nella selezione scolastica prima e nello step territoriale dopo, per qualificarsi tra i 158 atleti che hanno partecipato alla fase finale nazionale svoltasi il 16 novembre 2021.
Antonio Giulio ha conquistato il 35esimo posto che gli ha garantito una delle 44 medaglie di bronzo assegnate quest’anno dall'apposita commissione costituita dalla Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici, per la valutazione e l'internazionalizzazione del sistema nazionale di istruzione del Ministero dell'Istruzione e da AICA, Associazione Italiana per l'Informatica ed il Calcolo Automatico per il tramite del Comitato Olimpico.
L'evento assume particolare significato in quanto costituisce occasione per far emergere e valorizzare le "eccellenze" esistenti nella scuola italiana, con positiva ricaduta sull'intero sistema educativo. Le discipline scientifiche hanno un valore strategico sia per lo sviluppo della ricerca scientifica e tecnologica sia per la formazione culturale e professionale dei giovani. Attraverso iniziative come le Olimpiadi di Informatica si creano le precondizioni per preparare gli studenti al lavoro ed agli ulteriori livelli di studio e ricerca. Sono studenti con interesse per l'informatica e con spiccate capacità intuitive ed operative, soprattutto negli aspetti logici, algoritmici e speculativi di tale disciplina.
Le Olimpiadi di Informatica rappresentano, infatti, un momento unico per gli studenti, poiché dimostrano il loro grande impegno e li rendono protagonisti di una competizione che li vede in gara con le competenze sviluppate nell'ambito di un corso di studi che valorizza la padronanza di una disciplina cui oggi non si può prescindere, qual è l'Informatica.
Il Dirigente Scolastico, che ha sempre fortemente sostenuto quanto tali esperienze siano un'occasione di crescita culturale e umana per i giovani e debbano essere valorizzate e condivise, esprime le più vive congratulazioni alla performance di rilievo di Antonio Giulio ed apprezzamento al docente di Informatica, Referente d’Istituto, il prof. Gianvito Ricci, che ne ha esaltato le conoscenze, le abilità e le competenze digitali.

Torna all'inizio del contenuto